Parco Addio Monti, manca un’area cani: botta e risposta social con il sindaco

Parco Addio Monti a Pescarenico

Da molto tempo i residenti di Pescarenico a Lecco chiedono l’allestimento di un’area cani nel Parco Addio Monti. La mancanza di spazi a loro dedicati è un problema annoso che non riguarda solo il rione sulla riva sinistra dell’Adda.

Sono diversi i punti della città che necessiterebbero di un intervento del Comune per aumentare i servizi recintati e in sicurezza ai residenti con animali domestici. In alcune zone qualcosa di concreto è stato fatto: soltanto un mese fa è stata riaperta al pubblico l’area cani di via Calatafimi dopo un’opera di pulizia che l’ha resa maggiormente fruibile.

Tuttavia, il Parco Addio Monti è uno dei più estesi della città e abbraccia anche il Comune di Pescate. Un’area molto frequentata da residenti e persone che vogliono passare momenti di svago insieme ad amici o in compagnia dei propri cani. Anche per questo motivo la mancanza di un’area dedicata si fa sentire.

Sollecitazione via social

La questione è tornata d’attualità in questi giorni dopo alcune storie su Instagram di Viviana Musumeci, giornalista, docente e residente a Pescarenico, che ha sollecitato direttamente il Sindaco di Lecco, Mauro Gattinoni, chiedendo un intervento repentino del Comune per cambiare le cose. La risposta del sindaco non si è fatta attendere, ovviamente via social. Accogliendo la sollecitazione, Gattinoni ha sottolineato l’attenzione comunale nei confronti del problema e della richiesta dei cittadini, garantendo impegno per far si che possa essere allestita un’area cani anche in quella zona della città.

In esclusiva a Il Cittadino, Viviana Musumeci: «Ieri mattina [venerdì] stavo camminando con la mia cagnetta al Parco Addio Monti, sotto casa a Pescarenico. Tra noi proprietari di cani ci capita di parlare di questo argomento e ieri mattina ho visto questa recinzione nel parco pensando che fosse l’inizio di una costruzione per cani e invece mi hanno informato che si tratterà di un’area fitness. Sono ottime iniziative per animare questi luoghi della città però in un parco così grande, se io dovessi decidere di far correre il mio cane, dovrei andare fino alla rotonda di Chiuso dove si trova un ‘triangolo’ di area e in mezzo al traffico. Ritengo sia assurdo che Pescarenico, oltretutto dotato di un altro parco più piccolo dove sarebbe facilmente realizzabile un’area per cani dietro la chiesa, rispetto a Belledo, al centro città con parco Belvedere e ad altre aree, sia l’unico luogo senza un parco con un’area di questo tipo. E non si tratta solo dei residenti, perché al mattino c’è molta gente di passaggio con il proprio cane. La risposta del Sindaco è stata cortese e immediata. Ho fatto presente che la questione è urgente. Mi ha detto che prenderanno in considerazione le mie richieste, sottolineando di averne parlato con l’Assessore che si occupa di queste problematiche, cercando di trovare una soluzione»