Merate, luminarie al risparmio e mercatino anche in via Manzoni

Si è svolto lunedì 7 novembre un acceso confronto tra il vicesindaco Giuseppe Procopio e i commercianti del centro di Merate. Luminarie, mercatino dell’antiquariato e viabilità le questioni sul tavolo.

Procopio ha annunciato che per il prossimo Natale le luminarie saranno accese dal tardo pomeriggio alla sera e la notte saranno spente, mentre sul castello non ci saranno le classiche proiezioni e in via Verdi dove c’è il cantiere di riqualificazione non ci saranno luci natalizie. Scartata già da tempo l’idea della pista da ghiaccio per via degli alti costi di gestione, la Pro Loco ha pensato a un Natale green, con alberi che arrivano da programmi di noleggio e di ripiantumazione oppure alberi che, in concordato con il Comune di Merate, verranno donati al comune stesso per essere piantati nei parchi cittadini. Non solo. L’illuminazione degli abeti verrà effettuata tramite dinamo di una bicicletta che sarà collegata ad un accumulatore per immagazzinare energia con invito alla cittadinanza a “pedalare” per tenere la batteria carica per illuminare il Natale.

Tra gli eventi, laboratori per bambini di creazione di addobbi in legno con professionisti scultori, attività di creazione di presepi aperti a tutte le fasce d’età gestiti da professionisti all’interno dei locali della ProLoco nonché installazioni di postazioni di giochi in legno sul modello de “i giochi di una volta” in via Baslini. Confermato il trenino che lo scorso anno aveva fatto registrare il tutto esaurito: l’attrazione sarà presente in centro il 10, 11, 17, 18 e 24 dicembre.

Tra le proposte, scartate poi, non senza polemica, a seguito del confronto di ieri sera, quella di proporre il mercatino degli hobbisti il 18 dicembre in piazza. I commercianti hanno accolto bene anche la decisione di spostare il mercatino dell’antiquariato che si svolge ogni due domeniche del mese in via Manzoni. Si è poi parlato di parcheggi e di mancanza di questi in centro. Procopio ha assicurato che ce ne sarebbero 547 ma dovrebbero essere segnalati dai commercianti.