I dati Istat confermano: Lecco è una delle città più care d’Italia

I dati Istat relativi all’inflazione nel mese di marzo,decretano che Lecco è una delle città piàù care di Lombardia, al quinto posto e d’Italia al diciottesimo.

In testa alle città lombarde più care c’è Milano, con un’inflazione del +8,2% (rispetto allo stesso periodo de 2022) quindi più 2.661 euro per una famiglia di tre persone, 2.226 euro per una famiglia media. Milano è al secondo posto della classifica nazionale alle spalle di Bolzano.

Segue Varese, dove l’inflazione del 7,8% determina una spesa supplementare pari a 2.057 euro su base annua per una famiglia tipo (al 5° posto in Italia). Mentre a Mantova, il rialzo dei prezzi del 7,7% genera un incremento di spesa annuo pari mediamente a 1.955 euro a famiglia (11° posto nella classifica italiana), che diventa pari a +2.363 per una famiglia di tre persone. Al quarto posto Como (15° in Italia), +7,3%, .

Lecco è dunque quinta (+7,5%, +1.904 e +2.302 euro). Chiude Cremona, la più virtuosa tra le città lombarde, al 47° posto della graduatoria italiana, dove l’inflazione al 6,3% fa aumentare il costo della vita mediamente di 1.661 euro a famiglia, 1.995 euro per una di tre componenti.

La top ten lombarda

(dati di marzo 2023)

Classifica inflazione Lombardia marzo 2023
Classifica inflazione Lombardia marzo 2023

“La buona notizia è anche in Lombardia, come nel resto d’Italia, si assiste a una frenata dell’inflazione, dal +9% di febbraio a +7,5 di marzo. Inoltre in quasi tutte le città lombarde, tranne Milano, Varese e Mantova, la variazione dei prezzi è inferiore rispetto a quella italiana, pari a +7,6%. Quella brutta è che, traducendo l’inflazione in termini di spesa aggiuntiva, tutte le città lombarde, compresa Cremona, la più risparmiosa della regione, per via del maggiore reddito e della spesa più alta rispetto alla media del Paese registrano rincari più elevati rispetto ai 1.652 euro che gravano su una famiglia tipo italiana” ha spiegato Armando Gollinucci, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori della Lombardia.