Disoccupazione in agricoltura, la Coldiretti invita a far domanda entro marzo

E’ già possibile (e lo sarà fino al 31 marzo) presentare la domanda di disoccupazione agricola per l’anno 2022. Sono interessati – informa Coldiretti Como e Lecco – tutti coloro che hanno lavorato in agricoltura, anche per un breve periodo nel 2022, indipendentemente dall’attuale occupazione. Si tratta infatti di un importo annuale erogato dall’Inps su domanda, a cui hanno diritto gli operai che lavorano in agricoltura, tenuto conto della forte “stagionalità” del comparto, con periodi di picco, come le stagioni delle raccolte, alternati a periodi di pausa come quelli invernali. Il lavoro dell’operaio agricolo ha infatti caratteristiche particolari legate alla stagionalità – ricorda la Coldiretti interprovinciale – e quindi vi sono momenti di fermo, per i quali i lavoratori sono coperti da disoccupazione.

«La domanda è importante – spiega Fortunato Trezzi, presidente Coldiretti Como e Lecco – sia per ottenere la prestazione economica che per la copertura contributiva».

Per verificare i propri requisiti, è possibile contattare uno degli uffici del patronato Epaca Coldiretti presenti con un operatore del patronato Epaca ad Erba, Grandate, Oggiono e Menaggio che saranno a disposizione per controllare la posizione contributiva e per la presentazione della domanda. La scadenza delle domande è fissata come sempre a fine marzo, ma è utile agire per tempo reperendo i seguenti documenti: documento di riconoscimento; passaporto e copia del permesso/carta di soggiorno in caso di nazionalità extra EU.