Un Dante multisensoriale in mostra con le guide del Leopardi

Sarà inaugurata venerdì 10 marzo alle 18, presso la sala conferenze di Palazzo delle Paure, la mostra “Il mio inferno. Dante profeta di speranza”. A seguire ci sarà la visita alla mostra, allestita in Torre Viscontea e visitabile gratuitamente dall’11 marzo al 9 aprile, giovedì dalle 9 alle 13, venerdì e sabato dalle 14 alle 18 e domenica dalle 10 alle 18. L’esposizione, promossa dal Comune di Lecco, attraverso il Sistema Museale Urbano Lecchese (Simul), e il liceo “G. Leopardi” di Lecco, è stata curata dal saggista e pedagogista Franco Nembrini, con il contributo del fumettista e illustratore Gabriele Dell’Otto. Inoltre, alla sua realizzazione hanno collaborato Fondazione Cariplo, Associazione Rivela, Casa Editrice Centocanti e Diocesi di Verona.

La mostra parte dall’intuizione che il significato profondo della prima cantica della “Divina Commedia” sia contenuto nella “Vita Nova”, l’opera scritta da Dante circa dieci anni prima. Il Poeta vede nell’incontro con Beatrice la promessa di felicità che sembra riempire il desiderio di completezza e tensione al bene che caratterizza il cuore dell’uomo. L’esposizione, che si sviluppa nella cornice suggestiva della Torre Viscontea, guida il visitatore attraverso l’Inferno dantesco, in un percorso multisensoriale fatto di proiezioni di immagini, video e suoni. L’idea originaria è di due studenti dell’Università Cattolica di Milano, Edoardo Rossi e Virginia Alfano e, in questa particolare occasione, a fare da guide saranno gli studenti di terza e quarta del Liceo “G. Leopardi” di Lecco.

Così l’assessore alla Cultura del Comune di Lecco Simona Piazza: “La mostra “Il mio inferno. Dante profeta di speranza vuole rendere omaggio al Sommo Poeta attraverso un percorso formato da 35 tappe, scandite da illustrazioni e accompagnate da approfondimenti e riflessioni. Vorrei ringraziare a nome dell’intera Amministrazione i ragazzi del Liceo G. Leopardi di Lecco, per essersi messi in gioco nell’allestimento di questa esposizione e nella sua organizzazione“.

Le visite guidate alla mostra saranno possibili esclusivamente con prenotazione obbligatoria inviando una mail a info@istitutoleopardi.lecco.it.