Progetto legalità, a Valmadrera si parla di potere occulto

Continua il ciclo di incontri promossi dal Comune di Valmadrera sulla cultura della Legalità.La proposta si inserisce inoltre all’ interno degli eventi organizzati in collaborazione con l’ Associazione LIBERA, associazioni nomi e numeri contro le mafie e in occasione della XXVIII Giornata della Memoria e dell’ Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, svoltasi a Milano il 21 marzo.

Il terzo e ultimo incontro, intitolato “Potere occulto”, si terrà venerdì 31 marzo alle ore 21:00 presso la Sala Auditorium del Centro Culturale Fatebenefratelli e vedrà protagonista Stefania Limiti, giornalista che ha collaborato tra le varie con Gente, l’ Espresso e Left; l’ evento prenderà spunto dal libro omonimo dell’ autrice, edito da Chiarelettere nel 2022. Tema centrale dell’ appuntamento sarà un viaggio all’ interno della lunga e intricata storia criminale d’ Italia.

“Potere occulto” è infatti un lavoro di ricostruzione durato decenni, sulle prove della sotterranea opera di manipolazione esercitata sulle sorti della nostra fragile Repubblica da una struttura occulta e parallela nata in continuità con il fascismo. L’analisi del “doppio livello” del potere, sotto il controllo degli americani, che ha tenuto l’Italia sotto scacco da Piazza Fontana, l’Italicus, Brescia, l’uccisione di Aldo Moro, la P2, Gladio fino ai delitti eccellenti di Falcone e Borsellino. E poi le altre stragi di mafia, Tangentopoli e la grande crisi di sistema che all’inizio degli anni Novanta portò al tramonto della vecchia Repubblica. Un’indagine resa possibile in seguito all’emersione di testimonianze dirette, preziosi documenti rimasti a lungo sepolti negli archivi del Viminale, piste disperse nell’immensa mole di atti giudiziari riguardanti gli attentati e le stragi che per oltre mezzo secolo hanno insanguinato il paese. Il libro rivela i protagonisti e le trame sotterranee di quell’opera di destabilizzazione, mettendo a fuoco eventi accaduti tra il 1945 e il 1992 allo scopo di indagare la natura di quelle forze occulte che hanno agito dentro lo Stato democratico senza alcuna legittimità, orientando dietro le quinte le scelte dei governi.