Premio Manzoni, Liliana Cavani a Lecco per il riconoscimento alla carriera

La regista Liliana Cavani

La regista Liliana Cavani ha ritirato a Lecco il Premio Alessandro Manzoni alla Carriera 2022. L’evento si è svolto ieri nella sede della Camera di Commercio alla presenza della cineasta.

L’intervento di Cavani è stato moderato dal giornalista Massimo Bernardini e dal docente Stefano Motta, membro della giuria del Premio Internazionale Alessandro Manzoni Città di Lecco. Bernardini ha presentato Cavani come, in origine, “una grande documentarista della Rai, che ha realizzato veri capolavori”, consigliando la visione di una delle opere più importanti della regista, “il documentario sulle donne partigiane. Ha intervistato donne che erano ‘pezzi vivi’ del nostro Paese, tra i 35 e i 40 anni, che hanno raccontato la nostra Resistenza”.
Parlando del film “Francesco”, diretto nel 1989, Cavani ha dichiarato: «Ho comprato il libro La vita di San Francesco, del 1896. Era un romanzo di formazione fantastico e ho capito che Francesco è il santo più amato e conosciuto perché predica la chiave della vita: siamo fratelli. E dovette lottare, anche contro coloro che dicevano di seguirlo».

Attualmente Liliana Cavani è impegnata nelle riprese del film ispirato al libro di Carlo Rovelli, L’ordine del tempo, con Alessandro Gassmann, Edoardo Leo e Claudia Gerini.
All’evento hanno partecipato anche l’Assessore Giovanni Cattaneo, il Prevosto di Lecco don Davide Milani, il Presidente di Acinque Energia Giuseppe Borgonovo e il Presidente di 50&Più Eugenio Milani.