Festival Treccani, un successo con migliaia di presenze

Inaugurazione Festival Treccani

Si è appena concluso con grande successo il Festival Treccani della Lingua Italiana a Lecco. Tremila le persone che hanno partecipato a 14 incontri e lezioni magistrali con più di 30 protagonisti del mondo della cultura, della scienza, dell’architettura, dell’economia; 10 laboratori didattici per bambini e ragazzi; 3 serate “tra musica e parole”.  Tema lo stupore che ha incantato tutti. Da ripetere ne sono convinti gli organizzatori.

“Siamo estremamente soddisfatti della risposta che, anche in questa edizione, la città e il territorio di Lecco hanno saputo offrire alla nostra proposta – ha commentato il presidente di Fondazione Treccani Cultura, Mario Romano Negri – La scelta della parola-chiave è stata particolarmente azzeccata, così come si è rivelata positiva la decisione di portare nel cuore della città i nostri incontri: da Palazzo delle Paure a Palazzo Falck, fino al Politecnico. Purtroppo il maltempo ci ha impedito di portare fino in fondo a compimento il nostro progetto, ospitando nel palco di Piazza Garibaldi gli eventi musicali serali: la disponibilità dell’Auditorium della Casa dell’Economia ci ha permesso comunque di offrire ai Lecchesi tre serate davvero da incorniciare. L’elevato livello dei relatori e la molteplicità delle sfaccettature con cui si è affrontato il tema dello stupore ha saputo intercettare interessi e fasce d’età molto ampi. La collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado e, in particolare, con il Politecnico ci ha dato la possibilità di interagire con tanti giovani. Un grazie di cuore a quanti hanno creduto in noi anche quest’anno, quali partner e sponsor dell’evento”.

Soddisfazione anche da parte del Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Lecco, Simona Piazza, co-organizzatrice dell’evento: “Ancora una volta la proposta del Festival Treccani si è dimostrato un evento particolarmente sentito dalla città dal territorio, oltre che una straordinaria opportunità di promozione a livello nazionale di Lecco. Il format del Festival, ormai consolidato al punto da esser stato riproposto anche a Roma e Lecce, consente un incontro diretto con tanti protagonisti dei diversi settori della cultura e della società contemporanea. Un ringraziamento particolare a tutte le istituzioni, associazioni e aziende che hanno reso possibile questo evento e ai tanti che lo hanno animato con la loro presenza attenta, curiosa e intelligente. Riscoprire il valore di una parola come stupore è fondamentale per una comunità che vuole aprirsi alla bellezza e guardare al futuro”.