Caleotto, Striscia la notizia torna a Lecco per il monumento bianco

Pablo Atchugarry

Striscia la notizia è tornata a Lecco. La celebre trasmissione di Canale 5, rappresentata dall’inviata Chiara Squaglia, è passata nuovamente in città per la rubrica EnigmArte. Dopo essersi concentrata sull’installazione in Piazza XX Settembre qualche mese fa, Striscia si è occupata del monumento bianco posto sopra la rotonda nel rione Caleotto.

Un’opera che ha attirato l’attenzione dell’inviata. Nel servizio andato in onda ieri sera, lunedì 20 marzo, Squaglia ha chiesto ai passanti la loro opinione, mescolando serietà ed ironia. Diverse le risposte curiose dei lecchesi che hanno espresso la propria opinione sull’opera che si staglia in una delle zone più trafficate della città.

Il monumento bianco

A spiegare ai telespettatori la provenienza del monumento ci ha pensato il critico d’arte Luca Nannipieri, spiegando che l’opera s’intitola ‘Civiltà e cultura del lavoro lecchese’, ed è composta da 33 tonnellate di marmo bianco.
L’opera è stata realizzata dal noto scultore uruguaiano ma lecchese d’adozione, Pablo Atchugarry, e ogni anno è il luogo nel quale vengono ricordate, attraverso una cerimonia, le vittime sul lavoro.