Videosorveglianza, 400 mila euro dalla regione ai comuni lecchesi

Quasi 400 mila euro (390.414,29 euro) sono stati stanziati da Regione Lombardia per impianti di videosorveglianza nei parchi comunali e nelle aree protette regionali. Sei i comuni lecchesi che potranno usufruire del contributo (Merate, Olginate, Valmadrera, Oggiono, La Valletta e Costamasnaga).

Il provvedimento è contenuto in una delibera approvata della Giunta Regionale su proposta dell’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale, Romano La Russa. «La videosorveglianza nei parchi e nelle aree protette ci ha consentito di monitorare al meglio i luoghi e diminuire gli episodi delinquenziali – ha spiegato – Parchi e aree protette devono essere un punto di riferimento per famiglie e amanti della natura. La bellezza di questi luoghi deve essere sempre più preservata. Per questo, pur non avendo competenza diretta in tema di sicurezza, siamo particolarmente sensibili verso questa importante tematica».

Sono 209 mila gli euro aggiuntivi stanziati, che si aggiungono agli 11,2 milioni. Il bando prevedeva il cofinanziamento di Regione Lombardia fino a 80.000 euro a copertura massima dell’80% del totale del progetto. Gli enti beneficiari del primo stanziamento di 11,2 milioni sono in tutto 235 e dovranno completare i lavori entro settembre 2023.