Vaccinazione antinfluenzale, aumento anche in Provincia di Lecco

Si è conclusa il 31 marzo la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2022-2023 cominciata ad ottobre nel territorio di ATS Brianza, quindi nelle province di Lecco e Monza Brianza.  I dati evidenziano un aumento importante delle persone che hanno scelto di aderire alla vaccinazione. Una crescita costante, infatti nel 2017-2018 erano 166.001 le dosi somministrate, nel 2021-2022 230.895 e nel 2022-2023 un ulteriore aumento fino a 235.803. 

La vaccinazione gratuita è stata prevista per gli over 60 (nati nel 1962 e precedenti), per i bambini dai 6 mesi ai 14 anni d’età (nati dal 2008 al 2022) e gli adulti affetti da patologie croniche; tra le categorie di persone cui è diretta la vaccinazione gratuita le donne in gravidanza o postpartum, i medici e il personale sanitario di assistenza, i familiari di soggetti ad alto rischio, il personale delle forze dell’ordine, i vigili del fuoco, il personale scolastico e i donatori di sangue. A somministrare il vaccino quadrivalente sono stati i medici di medicina generale, i pediatri di famiglia, gli ambulatori locali delle ASST, i presidi ospedalieri, le strutture socio-sanitarie territoriali (RSA, CDD, ecc) e, novità di quest’anno, anche le farmacie del territorio aderenti. 

“Siamo certamente soddisfatti dell’adesione volontaria registrata quest’anno – spiega il Direttore Sanitario dell’ATS Brianza dr. Aldo Bellini – che vede superato il 20% di copertura sulla popolazione generale e il 48% degli ultra 60 enni. L’influenza costituisce un rilevante problema di sanità pubblica per la sua contagiosità e per le possibili complicanze che possono seguire alla malattia, specie in persone già affette da patologie croniche. La vaccinazione rappresenta un mezzo efficace e sicuro per prevenire la malattia e le sue complicanze”.  

I Medici di Medicina Generale hanno garantito presso il proprio studio la vaccinazione antinfluenzale ai soggetti appartenenti alle categorie per cui l’offerta è gratuita, partendo dagli anziani. . Per questa stagione la vaccinazione, a partire da novembre 2022, è stata estesa gratuitamente anche alle persone che non rientravano nelle categorie target. 

Da sottolineare come siano oltre 173.000 gli over 60 vaccinati, quasi 15.000 i soggetti con condizioni a rischio under 60 e più di 23.000 i bambini dai 2 ai 17 anni; ai bambini, senza patologie, è stato somministrato il vaccino spray.