Scoperta di Affreschi Arcaici nella Chiesa di Sant’Egidio a Bonacina: Una Rivelazione Artistica”

Una recente campagna stratigrafica autorizzata dalla Soprintendenza presso la Chiesa di Sant’Egidio a Bonacina ha portato alla scoperta di tracce di affreschi arcaici all’interno del catino absidale e sull’arco presbiterale. L’annuncio di questa significativa scoperta è stato reso noto dall’associazione “Insieme per Sant’Egidio”, presieduta da Domizia De Rocchi.

L’architetto Luisa Carolina Valsecchi ha redatto una relazione che conferma l’importanza dell’opera d’arte scoperta. Gli affreschi includono il volto di un profeta (presumibilmente Giona) decorato con motivi floreali. I colori a base di calce sono straordinariamente conservati, trasmettendo una vivacità sorprendente.

Il lavoro di restauro è stato affidato alle competenti mani delle restauratrici della ditta Luzzara restauri di Civate, che hanno portato alla luce questi tesori artistici nascosti. La relazione tecnica della ditta Luzzara ha sottolineato che, nonostante numerosi interventi manutentivi volti a conservare l’aspetto del santuario nel tempo, è stato possibile riportare alla luce porzioni di elementi decorativi e pittorici appartenenti a diverse epoche.

La scoperta degli affreschi è di notevole importanza per la comprensione della storia e della cultura della zona. La datazione preliminare suggerisce che l’immagine del profeta Giona potrebbe risalire al periodo compreso tra la metà del XIV secolo e i primi decenni del Quattrocento. Questi elementi decorativi e pittorici sopravvissuti miracolosamente a restauri e rifacimenti successivi saranno oggetto di ulteriori studi per rivelare ulteriori informazioni storiche e artistiche.

L’associazione “Insieme per Sant’Egidio” e la comunità di Bonacina si impegnano attivamente nella valorizzazione e nella protezione di questo importante patrimonio artistico e storico. L’architetto Valsecchi ha sottolineato che la conoscenza del bene culturale è il primo passo per sviluppare un adeguato intervento conservativo.

La scoperta dell’immagine del profeta Giona coincide in modo sorprendente con la festività di San Giona il 21 settembre, e la chiesa ha recentemente guadagnato notorietà come “Luogo del Cuore Fai 2023”, attestandosi al primo posto in provincia di Lecco e al quarto in Lombardia, con quasi 8.000 segnalazioni.

Come risultato di donazioni precedenti destinate alla chiesa, la Parrocchia Beata Vergine di Lourdes ha affidato allo Studio Tecnico e Architettura della Dott. Arch. Luisa Carolina Valsecchi il progetto di restauro conservativo e all’Ing. Christian Amigoni il progetto per il rinforzo strutturale dell’Oratorio campestre dedicato a Sant’Egidio, che svolge un ruolo fondamentale nella comunità.

Questa sorprendente scoperta artistica e storica rafforza il legame tra la Chiesa di Sant’Egidio e la sua comunità, confermando la sua importanza come luogo di cultura e spiritualità aperto a tutti. La figura del profeta Giona, con il suo legame all’acqua, aggiunge un elemento di mistero e significato alla storia di questa chiesa millenaria.