Scambio Lecco-Mâcon: arrivati gli studenti francesi in città

Nella mattina di lunedì i 26 studenti del lycée Lamartine di Mâcon sono stati ricevuti in Comune a Lecco insieme agli studenti del liceo linguistico Manzoni che li ospitano per una settimana a Lecco. Durante il soggiorno lecchese i ragazzi francesi frequenteranno qualche lezione a scuola, visiteranno Milano, Bergamo, saliranno sul campanile di San Nicolò e vivranno l’esperienza di essere ospitati in famiglia. “Io accompagnerò a Mâcon a fine marzo i miei studenti, 24 in totale, per una settimana di scambio, che non è solo un’ opportunità sul piano linguistico ma soprattutto di crescita formativa e umana per i ragazzi, entusiasti di condividere esperienze e nuove abitudini coi corrispondenti” Ha affermato Rosa Chichi, referente dello scambio con la cittadina francese gemellata con Lecco-

Dopo la pausa forzata del COVID il liceo Manzoni ha ripreso la lunga tradizione degli scambi culturali. “Mâcon è il primo di quest’ anno-ha proseguito la Prof. Chichi- e noi docenti referenti, io e Sylvie Massault, siamo veramente felici di portare avanti questi progetti che arricchiscono i ragazzi e consentono spesso di sfatare gli stereotipi e costruire legami duraturi di amicizia.

E’ stato il Primo cittadino a dare il benvenuto a tutti i ragazzi in sala consiliare. “Io che non vi conosco, vi vedo come un’unica aula, per me l’Europa è unita da sempre, anche se mezzo secolo fa, quando si sono gettate le basi per il gemellaggio, il vecchio continente ancora presentava barriere tra Stati confinanti come Italia e Francia. Vedere dopo cinquant’anni alimentare ancora l’interscambio tra Lecco e Mâcon, apripista per altri gemellaggio intessuti poi con il tempo, è motivo di speranza verso il futuro”.

In sala anche Giorgio Rusconi, presidente del comitato gemellaggi: “Il calore che si vive nelle famiglie è unico” ha affermato, proponendo due regali pensati per i ragazzi di  Mâcon: un moschettone, simbolo della tradizione alpinistica lecchese e una penna, tradizionale strumento di comunicazione.

In sala anche il vice preside e docente di filosofia Michele Donnanno:”il Manzoni continuerà a concorrere, ritenendo l’internazionalizzazione obiettivo importante per gli studenti”

Il momento istituzionale si è concluso con la classica foto di rito tutti insieme.