Rifiuti abbandonati per strada, nuovo giro di vite a Pescate

«Ormai ho perso il conto delle sanzioni per abbandono di rifiuti elevate al parcheggio delle Torrette. Lo sanno tutti che li ci sono ben sei telecamere che inquadrano anche di notte ogni metro quadrato di piazzale. Eppure continuano ad abbandonare rifiuti. La cosa bella è che tutti quelli che lo fanno vengono poi multati con una sanzione da 100 a 500 euro e finora nessuno l’ha fatta franca».

Dante De Capitani contro gli “zozzoni”

Il sindaco sceriffo di Pescate Dante De Capitani torna a controllare il territorio a caccia di “zozzoni”. Nei giorni scorsi sia di giorno che di sera numerose le segnalazioni e le sanzioni. «L’ultima in ordine di tempo una ragazza di un paese confinante che scesa dall’auto ha abbandonato in bella vista un sacchetto rosso pieno di rifiuti domestici». Per la comandante Chiara Fontana è stato un gioco da ragazzi risalire su richiesta del sindaco, al trasgressore.
«I nostri stradini danno l’anima ogni giorno per tenere il paese pulito e ordinato e questi episodi vanificano l’attività di gente che lavora duramente per il paese e anche per questo sono intollerabili e non mi stancherò mai di combatterli e denunciarli», ha aggiunto il primo cittadino.

Un aumento di abbandono da parte di forestieri

Anche in altri punti del paese è stato registrato un aumento dell’ abbandono dei rifiuti e considerato che quasi tutti quelli che sono stati sanzionati sono residenti in paesi che hanno attivato la raccolta col sacco rosso indifferenziato. «Abbiamo dovuto togliere parte dei cestini sulla strada provinciale presi di mira da questi sozzoni. Peccato che una sanzione amministrativa del regolamento di polizia urbana non possa superare i 500 euro. Fosse per me a questi incivili darei il divieto di entrare a Pescate perché loro posto è vivere nelle discariche», conclude De Capitani.