Merate, avviata la raccolta di richieste per il Peba partecipato

Una carrozzina sulle strade di Monza

Piano eliminazione delle barriere architettoniche. In vista del nuovo piano a Merate in Comune è stata acviata una procedura di partecipazione dei cittadini e delle associazioni sia per monitorare le richieste che per fare proposte.

Un piano inclusivo e partecipato quello che si vorrebbe per tutte le categorie che ne usufruiscono, non solo disabili motori, ma anche bambini e persone con altro tipo di disanilità. Il processo partecipativo si articola in un Ambito di consultazione permanente sull’accessibilità cittadina
Strumento permanente di condivisione e partecipazione con la cittadinanza sul
tema dell’accessibilità e della piena usabilità/fruibilità di ambienti e servizi
cittadini: un luogo di ascolto, proposta, partecipazione e condivisione di tutti gli
attori e dei portatori di interesse
.
Poi in seconda fase in un Ambito di coordinamento e riferimento tecnico accessibilità
Strumento che ha il compito di divenire riferimento tecnico interno del Comune per favorire l’iter di tutte le fasi utili per l’elaborazione del Piano Ambito di consultazione permanente sull’accessibilità cittadina.
Questa progettazione coinvolge sempre rappresentanti di: Amministrazione Comunale, Associazioni che rappresentano le persone con disabilità, Enti che rappresentano cittadini con esigenze specifiche (ad es. consulta dei giovani, associazioni di anziani, rappresentanza di scuole) e semplici cittadini. Basta rivolgersi al Comune.