Lecco: la nuova caserma dei vigili del fuoco si farà

Il ministero dell’Interno ha risposto all’interrogazione parlamentare del senatore Tino Magni inerente i ritardi per la costruzione della nuova sede dei vigili del fuoco di Lecco. “La nuova caserma dei vigili del fuoco si farà e sono stato individuati i fondi integrativi che, come si legge nel documento del ministero, a breve saranno assicurati alla stazione appaltante al fine di proseguire con la procedura di affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva”.

Questo è quanto ha affermato il parlamentare lecchese, che nell’interrogazione aveva chiesto di velocizzare i procedimenti necessari per avviare al più presto I lavori per la nuova caserma che sono stati finanziati da anni. Il ministero ha risposto anche al secondo quesito posto da Magni: mettere a punto una serie di misure volte a favorire una stabilizzazione del personale precario dei vigili del fuoco e un aumento dello stanziamento di risorse.

Ecco cosa è possibile trovare all’interno del documento: “Si segnala che l’articolo 1, comma 136, della legge 27 dicembre 2019, n.160 prevede l’assunzione di vigili del fuoco per ciascuno degli anni dal 2023 al 2025, mediante il ricorso per il 30% della quota assunzionale, alla vigente graduatoria della procedura di stabilizzazione”. Nella nota di Tino Magni è altresì specificato: “Nell’ultima legge di bilancio sono state reperite importanti risorse finanziarie per le assunzioni delle forze di polizia e del personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco”.

Non resta che attendere per vedere realmente realizzato questo fondamentale progetto utile non solo al capoluogo ma a tutto il territorio provinciale. Ricordiamo che la sede attuale di Piazza Bione è molto piccola, molti mezzi sono costretti a sostare all’esterno della struttura.