Lecco: ha inizio la ricerca del gestore per le stecche della Piccola

ll cantiere per la riqualificazione dei magazzini della ex Piccola Velocità a Lecco è in corso, ma l’Amministrazione comunale sta già lavorando per trovare il soggetto che gestirà questi spazi seguendo le linee di indirizzo per l’assegnazione in concessione d’uso, discusse in una riunione di commissione.

Il soggetto selezionato avrà la responsabilità di gestire le due stecche dei magazzini e l’area esterna circostante. Questi spazi comprenderanno una parte sud con punti di ristoro, ambienti per attività connesse, una sala multiuso e spazio espositivo esterno. La parte nord sarà destinata a coworking, urban center, un locale polifunzionale e uno per la produzione culturale. Gli obiettivi includono la promozione del territorio lecchese, la creazione di un punto di conoscenza sulle catene produttive sostenibili e la valorizzazione delle esperienze artistiche, industriali e di design avanzate. Inoltre, si mira a sviluppare un dialogo tra le due parti, poiché la parte nord potrebbe non essere economicamente sostenibile da sola e dovrebbe coinvolgere la comunità nella definizione dell’identità del quartiere e nell’innovazione della governance culturale.

L’Assessore al Commercio, Giovanni Cattaneo, ha menzionato la partecipazione a un bando Cariplo che potrebbe contribuire a coprire i costi relativi alla gestione degli spazi, inclusi i community manager, arredi e allestimenti. Nel frattempo, si stanno pianificando percorsi di collaborazione con la comunità locale, il Politecnico, le scuole, i negozi e Villa Manzoni.

Il processo di selezione del soggetto gestore inizierà presto, con la richiesta di uno studio di fattibilità progettuale, un piano di business e un cronoprogramma. L’assegnazione avrà una durata di un anno e il criterio tecnico avrà un peso significativo nella decisione finale.

Nel corso del dibattito, l’opposizione ha sottolineato l’importanza di avere una pianificazione chiara e di coinvolgere tutti gli stakeholder nel processo decisionale. Si è anche menzionata la trasformazione dell’area da piazzale ferroviario a polmone verde della città.

In generale, l’iniziativa ha ricevuto un ampio sostegno dalla maggioranza, con l’accento sulla necessità di coordinare gli sforzi tra i vari luoghi di comunità che stanno emergendo in città. La tempistica del progetto è stata sottolineata come cruciale per prepararsi al meglio per la conclusione dei lavori di riqualificazione.