Consiglio comunale: si è parlato di turismo e nuova stazione dei bus

Quarto ponte a doppio senso? durante il consiglio di lunedì sera Pietro Regazzoni del Pd ha lanciato un appello alla società civile: “Si tratta di un’opera fondamentale per il nostro territorio, a volte assistiamo a quella che sembra una contrapposizione tra istituzioni, dove il Comune chiederebbe la doppia corsia rinunciando alla rampa di accesso da Pescate per ripicca, quando si tratta semplicemente della soluzione che ci hanno prospettato i tecnici del PIM nel loro studio. La rampa, oggi, crea un traffico che si immette al Bione o in centro città, per questo abbiamo proposto un’alternativa. Stiamo parlando di un’opera da 30 milioni di euro che può essere determinante per il futuro della città”. Digressione sul ponte a parte, i temi caldi della serata sono stati altri, gli interventi successivi hanno infatti subito fatto sfumare la questione a favore del turismo, con la bella stagione alle porte infatti si è passati a parlare di tassa di soggiorno, ostello, i tavolini in centro, le multe, il decoro cittadino.

Alessandra Rota di Fratelli d’Italia ha chiesto lumi sull’apertura dell’ostello e ha ricordato il problema dell’aumento della tassa di soggiorno che avrebbe complicato la vita agli operatori turistici costringendoli a cambiare i propri listini. Simone Brigatti ha evidenziato il problema tavolini in centro: “Al netto della proroga al 15 maggio quali sono le possibili strategie che l’amministrazione intende mettere in campo alla luce dei due possibili esiti della attesa sentenza del Consiglio di Stato in merito?”
Il collega Emilio Minuzzo è tornato sul tema del porticciolo mentre Marco Caterisano ha evidenziato lo stato di abbandono delle stazioni del vecchio progetto di bikesharing. Peppino Ciresa ha invece toccato il tema delle fontane, attualmente spente.

Immediata la risposta dell’assessore Giovanni Cattaneo: “La comunicazione sull’aggiornamento della tassa di soggiorno abbiamo potuto darla solo in seguito all’approvazione delle nuove tariffe da parte del consiglio comunale, ma già a febbraio abbiamo promosso un incontro ufficiale con le associazioni di categoria per discutere di come viene applicata la tassa e di quali erano le prospettive.
Per quanto riguarda l’ostello non ci sono ancora date di apertura, ma i lavori stanno andando avanti come da tabella di marcia e dovrebbero chiudersi in maggio. Per i tavolini si attende chiarezza sullo scenario normativo”.
ìLe fontane dovrebbero essere invece riavviate dopo una pulizia ordinaria. Sulle biciclette è intervenuta l’assessora Zuffi:”Una volta naufragato il tentativo di ridare vita al vecchio progetto lanciato dalla Comunità montana, Palazzo Bovara ha bandito una manifestazione di interesse per un nuovo progetto alla quale ha risposto un solo operatore. Sono state così individuate delle stazioni virtuali e nel giro dei prossimi mesi dovrebbero arrivare cento monopattini elettrici ed e-bike”
Altro tema caldo quello del condominio “La Piazzetta” di via Balicco, che potrebbe essere interessato da un’operazione di riqualificazione che trasformerebbe parte della sua area verde esterna nella nuova stazione degli autobus. L’ipotesi è stata portata avanti da RFI, titolare del progetto di riqualificazione della stazione in vista delle Olimpiadi invernali del 2026, ma al momento si parlerebbe solo di idee e progetti di fattibilità che vanno approfonditi.