Barbecue abusivi a Rivabella smantellati dalla Polizia locale

Attraverso volantini virtuali sui social, organizzavano barbecue abusivi nel quartiere di Rivabella a due passi dal lago. Tra primavera e autunno non soltanto ritrovi non autorizzati ma anche veri e propri “banchetti” organizzati per altri e a pagamento, indisturbati per alcuni mesi una serie di individui si sono dati a  barbecue e carbonella, carne e verdure, alcolici e analcolici con l’ausilio anche di frigoriferi e coperte. Il fatto nasce nei mesi scorsi ed è stato evidenziato da Monica Porta, comandante della Polizia Locale di Lecco, durante la conferenza stampa all’interno della quale ha snocciolato i dati sull’attività svolta dal comando nell’arco del 2022. L’area in questione nello specifico è la spiaggetta nascosta che si trova a poca distanza dall’Area Spettacoli Viaggianti del Bione. Proprio in questa mini oasi di pace e lontani da tutti, venivano serviti vari clienti, che avevano ampia scelta del menu, precedentemente consultato su volantini on line. Nessuna licenza e nessuna norma legata all’Haccp. La scoperta grazie ad alcuni pensionati che normalmente frequentano la zona per partite a carte o per pescare. Una volta visti gli strani movimenti avrebbero deciso di avvisare la Polizia Locale. I clienti del locale a cielo aperto giungevano principalmente dalla bergamasca. Grazie all’intervento della polizia sono state rimosse due strutture in legno che venivano utilizzate come cucine.