Ballabio futura: Doniselli si presenta al pubblico

Presentazione ufficiale del candidato sindaco di “Ballabio futura”, ovvero Tranquillo Doniselli, ieri sera al centro polifunzionale. Nato a Ballabio nel 1959, Doniselli ha lavorato all’Eni, l’ente energetico nazionale, per 37 anni, prima come geologo poi come progettista, infine con incarichi dirigenziali.
A coinvolgerlo in “Ballabio futura” è stato Cesare Goretti.

Con lui i consiglieri uscenti di “Ballabio futura”, in minoranza negli ultimi due mandati: Luca Goretti, Manuela Deon, Luca Volpi e Manuel Tropenscovino che ha introdotto la serata.
Tra i vari temi si è parlato della questione Barech, sulla quale il candidato sindaco è stato chiaro: “Non considero “attrattivo” il progetto di ampliamento della Combi, per come è stato presentato fino a oggi, in maniera poco chiara. L’espansione della zona industriale va contro alle nostre linee guida. E la scelta di dire “no” è quindi coerente. Il Barech fa parte dell’ultimo corridoio verde attorno al paese. La mia Amministrazione sarà attenta agli interessi delle aziende che operano in quell’area, sarà disposta a lavorare con loro per trovare le soluzioni ai problemi ma all’interno della stessa zona produttiva. Certamente si dovrà mettere mano alla strada che è di servizio alle imprese, che è il collegamento per Morterone e sulla quale dovrà essere anche garantito il passaggio in sicurezza dei residenti. Fino al ponte sarà quindi inevitabile un intervento importante”.

Doniselli è chiaro: per ogni problema bisognerà valutare tutte le soluzioni possibili, dopo di che optare per la migliore per la collettività. Il programma è ancora in fase di elaborazione e sarà pronto tra due settimane. Obiettivo: fare di Ballabio un paese “attrattivo”. Ballabio non deve essere la periferia di Lecco o un paese dormitorio.

Ecco quindi alcuni punti ed idee:

Un collegamento con Lecco e con la Valsassina per mezzo di piste ciclabili, l’aumento dei percorsi pedonali anche all’interno del paese, il recupero dei due vecchi nuclei di Inferiore e Superiore per incentivare i privati a ristrutturare e riqualificare vecchi edifici la sicurezza sotto tutti i punti di vista e pertanto anche delle strade con particolare attenzione ai primi tornanti della carrozzabile per i Resinelli e alla frazione Roncaiolo, la sistemazione di una serie di passaggi pedonali, l’adeguamento della Polizia locale, la revisione dei regolamenti cimiteriali, la valorizzazione delle associazioni comprendendo anche gli oratori e la Casa delle associazioni.
“Perché un elettore di Ballabio dovrebbe votarci? Noi gli offriamo una visione, se la condivide siamo qua”.

E’ stato poi il turno dei cittadini, che hanno potuto sottoporre i loro quesiti e le loro idee per una Ballabio migliore. La prima richiesta è produrre in loco energie rinnovabili. Un occhio di riguardo anche al centro per la raccolta differenziata. Fondamentale anche il problema dei parcheggi, importanti se l’obiettivo del Comune è quello di attrarre nuove famiglie. Attuale anche il problema del medico di base, ad oggi molti pazienti sono costretti a recarsi sull’altopiano o a Introbio. E anche per i giovani si dovrà pensare a qualcosa: a questo proposito, Doniselli ha indicato il riammodernamento del centro polifunzionale come occasione per trovare spazi di ritrovo per gli adolescenti, infine un occhio di riguardo verso le persone fragili.